Amazon: più veloci della notte

Armonia e partecipazione, velocità e gratificazione: un amico da poco licenziatosi dal nuovo stabilimento Amazon di Milano-Rogoredo racconta cosa significa lavorare nella “più importante delivery station del Sud Europa”, spiega cosa comporta un turno di lavoro, e dà sfogo alle sue riflessioni su quanto si tratti di un lavoro di merda per quanto accessoriata sia l’area relax.
Un frammento di condizione operaia ai tempi del commercio a portata di clic, nelle periferie notturne di Milano Sud, in una delle tante aree smistamento pacchi in cui ogni notte uomini e donne sono malpagati per sincronizzarsi al ritmo fluttuante delle merci e assecondarne felicemente la rotta, tra i sorrisi manageriali e le vigili occhiate delle guardie.